Skip to content

Riflessioni…

28 dicembre 2010

 

E poi, lentamente, molto lentamente, dimentichi le persone, quelle che sembravano indelebili. Sbiadiscono a poco a poco. Dimentichi. Li dimentichi tutti quanti.
Persino quelli che dicevi di amare, anche quelli che amavi veramente. Sono gli ultimi a scomparire. E una volta che hai scordato abbastanza, puoi amare qualcun altro.

Gabrielle Zevin, Non ricordo perché ti amo.

 

Ma davvero si può dimenticare qualcuno che si è amato tanto? O semplicemente il ricordo sbiadisce e diventa meno nitido e non pesa sul cuore?
E solo quando si dimentica quel qualcuno che si può amare qualcun altro? O vale il chiodo schiaccia chiodo???

Com’è?

Annunci
12 commenti leave one →
  1. La Manu permalink
    28 dicembre 2010 11:26 pm

    La settimana scorsa ho incontrato quell’amico di Ferrara di cui ti ho parlato oggi.
    Lui me l’ha detto: non sono io a decidere di dimenticarmi di qualcuno. E’ qualcuno che si dimentica di me, di quello che c’è stato, e mi rende così libera di poter ripartire con la mia vita, senza perdere ulteriore tempo.

    Credo proprio sia così. Io non credo alla regola del chiodo che scaccia un altro chiodo. Il secondo si attacca perchè il primo era già debole e pronto a cadere dal muro. I chiodi ben saldi non li togli nemmeno tirando come una forsennata.

    Dobbiamo solo sperare che qualcuno ci dimentichi in fretta. Io lo spero tanto tanto tanto. Per dare veramente una svolta a questa vita che ultimamente un po’ arranca.

    Bacio!

    • 28 dicembre 2010 11:33 pm

      Vorrei non pensare che è quel qualcuno che si vuole dimenticare a determinare le nostre vite. L’idea non mi piace per niente.
      Molti dicono sia il tempo, eppure non credo centri solo quello. Non lo so. Forse è solo una questione di fortuna. Ed io e la fortuna non andiamo molto d’accordo.
      Boh…

  2. 28 dicembre 2010 11:39 pm

    Dimenticare no, ma superare sì. Se una persona non l’ami più, non sarà più un peso sul cuore, quindi basta solo aspettare che l’amore che provi svanisca, perchè prima o poi svanisce: se una cosa non la coltivi, non va avanti, ma finisce.
    Il chiodo scaccia chiodo non serve a niente, produce solo l’effetto contrario a quello sperato, finisci sempre per sentire la mancanza di colui che cerchi di dimenticare. Di solito funziona che quando stai cercando di passare avanti e pensi ancora a lui, arriva qualcuno che ti fa perdere la testa e sarà lì che ricomincerai completamente da capo.
    In bocca al lupo :)

  3. Marta permalink
    29 dicembre 2010 7:33 pm

    E perchè no? Ci ci conosce , ci si scopre , ci si ama. Poi non si sta bene insieme e ci si dimentica. Non voglio essere crudele ma può essere possibile.

  4. 8 gennaio 2011 1:40 am

    L’amore che abbiamo dato alla persona di cui ora ci stiamo dimenticando risorge e rinasce per la nuova persona che incontreremo, in una sorta di circolo che mantiene questa favolosa energia sempre presente.

    Ognuno ha un suo metodo per superare la cosa: spesso il nuovo amore è talmente bello e travolgente che offusca il passato, a volte ce lo ricorda, altre volte ce lo fa rimpiangere.

    L’importante è avere il cuore per concedersi una nuova possibilità, quel famoso “giorno in più che cita Fabio Volo in suo libro che ora diventerà anche film.

    L’amore che abbiamo dato rimarrà sempre nei nostri ricordi e nel cuore delle persone che abbiamo amato, un’energia così bella e potente non può scomparire per sempre.

    Come disse Sam a Molly: “È meraviglioso Molly l’amore che hai dentro, portalo con te” (Ghost – 1991).

    Buon anno, Marco

  5. 12 gennaio 2011 1:36 am

    Bellissime le tue parole Marco e anche le citazioni.

    Buon anno a te!!!

  6. 19 gennaio 2011 12:23 pm

    Ciao ti ho letta da farnocchia e son passato, fatto male?

    Penso che sia normale dimenticare, tutto è così veloce oggi…
    eppure ti ritrovi dei segni che riportano alla mente cose
    che sai di aver solo messo via, in una scatolina nascosta.

    • 19 gennaio 2011 8:33 pm

      Ti contraddici così però ;)
      Forse non si dimentica, persone e eventi non si dimenticano, semplicemente sbiadiscono perchè acquistano un valore meno importante per noi. Credo.
      Pero’ se li dimentichiamo poi finiamo per far gli stessi errori e non va bene. Sarebbe come un cane che si morde la coda e invece tutto cio’ che abbiamo fatto e le persone incontrate, belle o brutte, vanno riposte tra i bagagli della memoria…

      E credo anche che… *Ma ci sarà un souvenir
      che ci riporterà solo certi momenti.
      E sarà un bel souvenir
      una fotografia, una canzone fra i denti.
      […] Tieniti il tuo souvenir, da mettere poi via ridicendoti “avanti”.* L.Ligabue

      • 19 gennaio 2011 10:30 pm

        Ma la verità sta nella contraddizione!


        Credo che ripartirò
        mi hai detto prima di lasciarmi
        un ciondolo e un biglietto
        Eh no, non lo dimenticherò
        Parigi ha lasciato il suo ricordo più bello
        che ora ho dentro
        e che danza nella mia mente

        Souvenir, puoi chiamarlo così
        e tienilo fin quando
        non sarò via
        Souvenir, non guardarmi così
        e aprilo soltanto
        quando sarò via
        quando andrò via

        Credo che ripartirò
        tra i mille boulevard
        segnavo già la tua distanza
        Eh no, non lo dimenticherò
        quel sole di Francia
        è l’odore più bello che ora ho dentro
        E all’alba in quella vineria
        coi musicanti che intonavano
        un concerto di viole
        un brindisi alla nostalgia
        prima che mi prendessi le mani
        e ora chiudilo il mio segreto

        Souvenir, puoi chiamarlo così
        e tienilo fin quando
        non sarò via
        Souvenir, non svegliarmi ora no
        voglio viverti fin quando
        non sarò via
        non andrò via

        Caro Pier,
        volevo che sapessi il motivo della mia partenza,
        a volte la sincerità è così amara
        e lascia per strada le cose più belle
        ma io, vedi, amo una donna
        e spero di non averti deluso troppo,
        tua Melisse

        Souvenir, puoi chiamarlo così
        e aprilo soltanto
        quando andrò via
        quando sarò via
        e tienilo fin quando
        non sarò via
        non andrò via
        credo che ripartirò

  7. 19 gennaio 2011 10:34 pm

    Qui quasi quasi è d’obbligo dire: MALEDETTI SOUVENIR!!! ;)

    • 19 gennaio 2011 10:37 pm

      Che poi la canzone mi piace pure però ora..per tutta sera avro’ in testa questo motivetto: Souveniiiiiiiiirrrrrrrrrrrrr…
      Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaah…

  8. 19 gennaio 2011 10:51 pm

    Muah, certo quando entrano in testa certi motivetti..
    è la teoria del jingle… trova poche note giuste che facciano eco!!
    Se fa segno non si dimentica.

    A volte ci si convince di aver dimenticato, ci si costringe a dimenticare, o si preferisce.
    Andare avanti vuol dire cambiare pagina, ed è normale dimenticare, ma è un peccato buttare via tutto… qualcosa sarà valso, e diventa prezioso tesoro celato nei cassetti più reconditi del nostro IO… rinunciare ai ricordi è come rinunciare a parte di se e di quel che si diventa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: