Skip to content

Viva i Coldplay

5 novembre 2008

coldplaySeppur l’album dei Coldplay “Viva La Vida or Death And All His Friends” sia uscito da diversi mesi, solo oggi ho avuto il piacere di ascoltarlo interamente.

Arrivo in ritardo, lo so, ma forse non l’avrei mai sentito se non fosse stato per  lo splendido singolo in rotazione da diverse settimane alla radio e in tv: VIVA LA VIDA.

Ho ascoltato l’album con calma e devo dire che mi ha sorpreso: molto bello, non pensavo.
I Coldplay non mi sono mai dispiaciuti, ma alcune canzoni le trovavo troppo spente, cosa che non avviene in questo album. In “”Viva La Vida or Death And All His Friends”, titolo particolare e dal duplice significato, i suoni da leggeri si fanno più accentuati, in alcune canzoni il ritmo è incalzate e il testo molto bello.

L’album comincia con una intro musicale, ripresa poi alla fine.
A catturare la mia attenzione oltre a Viva la Vida citata sopra, sono “Cemeteries of London”, “Lost” “Violet Hill” e “Strawberry Swing”. Ma devo ammettere che anche le altre non sono da sottovalutare.

Mi piacerebbe parlarvi maggiormente delle canzoni, una per una, ma a livello tecnico non ne sarei totalmente capace e “a modo mio” finirei per non rendere giustizia all’album.

Un mio consiglio è quello di ascoltarlo, perché merita. Pure io mi sono ricreduta.
Nel frattempo vi riporto il video e il testo di Viva la Vida (e se qualcuno vuole interpretarlo o sa con precisione il significato ben venga).

Fate attenzione al finale del video…non notate qualche somiglianza con la foto del mio blog?
 

 

 

Coldplay – Viva La Vida                          

I used to rule the world
Seas would rise when I gave the word
Now in the morning I sleep alone
Sweep the streets I used to own
I used to roll the dice
Feel the fear in my enemy’s eyes
Listen as the crowd would sing:
“Now the old king is dead! Long live the king!”
One minute I held the key
Next the walls were closed on me
And I discovered that my castles stand
Upon pillars of salt, pillars of sand

I hear Jerusalem bells are ringing
Roman Cavalry choirs are singing
Be my mirror my sword and shield
My missionaries in a foreign field
For some reason I can not explain
Once you know there was never, never an honest word
That was when I ruled the world
(Ohhh)

It was the wicked and wild wind
Blew down the doors to let me in.
Shattered windows and the sound of drums
People could not believe what I’d become
Revolutionaries Wait
For my head on a silver plate
Just a puppet on a lonely string
Oh who would ever want to be king?

I hear Jerusalem bells are ringing
Roman Cavalry choirs are singing
Be my mirror my sword and shield
My missionaries in a foreign field
For some reason I can not explain
I know Saint Peter won’t call my name
Never an honest word
And that was when I ruled the world
(Ohhhhh Ohhh Ohhh)

Hear Jerusalem bells are ringings
Roman Cavalry choirs are singing
Be my mirror my sword and shield
My missionaries in a foreign field
For some reason I can not explain
I know Saint Peter will call my name
Never an honest word
But that was when I ruled the world
Oooooh Oooooh Oooooh”


Fonte del testo: http://www.tuttotesti.com 

Annunci
8 commenti leave one →
  1. Marghe permalink
    6 novembre 2008 9:12 am

    I Coldplay sono mitici da sempre e dal vivo sono un spettacolo!!!!

  2. 6 novembre 2008 9:21 am

    La canzone è bella, in palestra l’avrò sentita diverse volte perchè su Radio 102.5 non vivono d’altro praticamente…

    La somiglianza c’è in effetti: unico problema si perde un po’ nel buoi della scena e non si vede molto bene…

    Anch’io ho segnalato un nuovo gruppo l’altro giorno: http://cobain86.wordpress.com/2008/11/05/il-genio-in-tutti-i-sensi/ .
    ciao marco

  3. 8 novembre 2008 1:22 pm

    I Coldplay non sono mai stati una band che mi attirasse particolarmente. Sono troppo lenti e un pochetto ripetitivi. Tra il vecchio e il nuovo album non saprei dire quale sia il migliore perchè il nuovo non l’ho sentito, so solo che la canzone che viene messa continuamente in onda ora “Viva la Vida” credo sia non mi piace, commerciale, banale… mah…

    Il mio genere musicale è lontano anni luce dai Coldplay questo non toglie che alcune vecchie canzoni non mi dispiacessero. Assomiglia allo stile degli Embrace… li conoscete?? se no, dovreste conoscerli, ascoltatevi la canzone Gravity.

    In Novembre è uscito il secondo album degli Hinder, trovate la loro storia nella categoria musica del mio blog. Quello è il mio genere :)

  4. 8 novembre 2008 3:30 pm

    Rispetto il tuo pensiero Lara ma per quanto mi riguarda, Viva la Vida, seppur sia trasmessa in radio in maniera ossessiva, non è affatto banale. Mi piace come musica e il testo l’ho trovato molto particolare oltre che un po’ strano.

    Altra cosa che mi piace moltissimo, è che questa canzone si presta a dei bellissimi balletti.
    Per farvi un esempio prendo il balletto fatto dal bravissimo coreografo Steve La Chance: http://it.youtube.com/watch?v=0_BGy1bX-Oo
    Chi la esegue non è un professionista, ma penso che il balletto sia splendido.

  5. 13 novembre 2008 8:35 am

    Lary si fa endovenose di metallo fuso bollente, normale che non apprezzasse…

    Dei CP ho sentito qualche canzone tempo fa (oltre alla suddetta) ma non mi hanno mai stimolato oltre un certo limite.

    Visto che adori sculettare ripetutamente potresti provare La Bossa nova, dicono che sia una musica molto adatta al ballo.

    Ciao ciao Marco

    Sel86–>Si dice ballare, non sculettare.

  6. daniele permalink
    27 dicembre 2008 11:41 pm

    scrivo o non scrivo…..
    non l’ho fatto mai prima d’ora…
    ho sempre letto…solo letto…pero’ questa volta….
    e sai perchè…..???????
    perchè ero a casa che ascoltavo per la centesima
    volta “viva la vida” e mi sono detto…
    bella questa canzone …molto!!!
    chissà a che cosa si riferisce questo testo???
    un po’ d’inglese ne capisco…
    questo testo è strano…mi sembra…?!?!!?
    infatti…è molto strano…!!!
    condivido pienamente quello che hai scritto
    è una canzone che le radio hanno “spinto” molto
    e forse per questo molti non si sono soffermati ad ascoltare meglio le parole che “cris” a scritto…
    comunque su altri blog affermano essere riferite a re artù oppure a un re romano che ha governato il mondo.

    comunque in internet ho trovato questa traduzione
    non mi sembra fatta male…anzi

    Ero solito governare il mondo
    i mari si alzavano quando io davo l’ordine
    ora al mattino io spazzo da solo
    spazzo le strade che ero solito possedere

    ero solito tirare i dadi
    sentire la paura negli occhi dei miei nemici
    ascoltare come la folla cantava:
    “ora il vecchio re è morto, lunga vita al re!”

    un minuto ho stretto forte la chiave
    e quello seguente ero intrappolato dai muri
    e ho scoperto che i miei castelli
    stavano sopra cumuli di sabbia e pilastri

    ho sentito le campane di Gerusalemme risuonare
    i cori del calvario romano stanno cantando
    che tu sia il mio specchio, la mia spada,il mio scudo
    i miei missionari in un campo straniero
    per qualche ragione che non riesco a spiegare
    da quando tu sei andata via
    non c’è stato più un mondo onesto
    era così quando io governavo il mondo

    era il vento cattivo e il selvaggio
    soffiava giù le porte per lasciarmi entrare
    finestre frantumate e suoni di tamburi
    la gente non riuscirebbe a credere
    quello che sono diventato

    rivoluzionari aspettate
    la mia testa su un piatto d argento
    solamente un burattino su un solo filo
    chi vorrebbe mai diventare un re?

    ho sentito le campane di Gerusalemme risuonare
    i cori del calvario romano stanno cantando
    che tu sia il mio specchio, la mia spada,il mio scudo
    i miei missionari in un campo straniero
    per qualche ragione che non riesco a spiegare
    da quando tu sei andata via
    non c’è stato più un mondo onesto
    era così quando io governavo il mondo

    ho sentito le campane di Gerusalemme risuonare
    i cori del calvario romano stanno cantando
    che tu sia il mio specchio, la mia spada,il mio scudo
    i miei missionari in un campo straniero
    per qualche ragione che non riesco a spiegare
    da quando tu sei andata via
    non c’è stato più un mondo onesto
    era così quando io governavo il mondo

  7. 29 dicembre 2008 1:39 pm

    Caro Daniele,
    apprezzo molto il tuo intervento. Scrivi pure tutte le volte che ti va!

    Grazie per la traduzione e devo dire che, si, avevo letto pure io che la canzone poteva riferirsi ad un re del passato. Purtroppo sul sito ufficiale non ho trovato niente ma se qualcuno ne sa qualcosina in più ben venga!

  8. elena1985 permalink
    19 maggio 2010 9:19 pm

    Visti lo scorso agosto (31/8/2009 per la precisione!) a Udine … UNO SPETTACOLOOOOO!!! :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: