Skip to content

Mamma mia, now I really know…

14 ottobre 2008

Ieri sera sono andata al cinema a vedere “Mamma mia”, film che in poche settimane sta sbancando i botteghini e sembra piacere moltissimo.
La storia è molto semplice, i dialoghi li ho trovati un po’ banali e poco credibili (soprattutto quelli tra i 2 futuri sposi, troppo mielosi e sdolcinati), però le musiche sono molto belle, gli attori sono davvero bravi a cantare e bravo è stato anche l’ex 007 Brosnan.
Le musiche degli Abba dominano il film, e i vestiti “da Febbre del Sabato sera” pure.
Lo consiglierei a chi adora i musical, a chi non va con la speranza di vedere un film impegnativo e a chi ha voglia di sentire un po’ di belle canzoni stile anni ’70.

Sinceramente non vorrei azzardare a dire che il film è destinato maggiormente ad un pubblico femminile, sbaglierei, ma sicuramente non è adatto a uomini che non amano i musical (idem per le donne) o a coloro che non amano vedere film con plot banali e con continui canti, bhe Mamma mia non farebbe proprio al caso loro.

A me è piaciuto, l’ho trovato carino anche se piuttosto semplice.
Un voto? Un bel 7 e mezzo grazie alle belle canzoni.
Qui sotto vi posto 2 trailer italiani, cosi’ vi potrete fare un’idea. 

 

Annunci
9 commenti leave one →
  1. 15 ottobre 2008 9:50 am

    Il video originale l’avevo postato mesi fa ( http://cobain86.wordpress.com/2008/08/16/mamma-mia/ ) però rimango sorpreso che una ballerina sculettante come te non l’abbia votato almeno 8… Can Meryl Streep ha una certa età, diamole il beneficio della nonnina! ;-)

    Per le canzoni comunque il film non c’entra un ciufolo, casomai c’entrano gli Abba, gruppo icona degli anni ’70: di recente hanno aperto un museo su di loro nella propria città natale, tipo quello dei Beatles a Londra.

    Marco

  2. 15 ottobre 2008 10:05 am

    L’ho visto ieri sera GRATIS grazie a a RadioBruno se no non ci sarei mai andata, ecco le mie valutazioni:

    – Attori: ottimi, specie quelli famosi, ma anche i giovani non male, una buona compagnia (voto 9)

    – Canzoni: molto belle, quasi tutte famosissime, carinissime da ascoltare (voto 8)

    – Scenografia: stupenda la Grecia, stupende immagini (voto 10)

    – Plot: semplice, banale, idiota specie nel finale (voto 4,5)

    – Genere musical: beh io odio i musical, avrei preferito un FILM MUSICALE, canzoni come sottofondo o negli intermezzi, non cantante (voto 5)

    In sintesi: uno dei musical più belli che abbia mai visto, ma avrei preferito, mantenendo gli stessi attori e lo stesso paesaggio, un film di genere musicale non musical… la storia è oscena e il finale ancora peggio da rivedere totalmente!!!

  3. 15 ottobre 2008 5:32 pm

    @ Cobain: I’m The Dancing Queen, young and sweet :)

    E’ vero sono stata bassina con il voto però ripeto a me la trama non è piaciuta molto, più che altro per i dialoghi troppo finti. E poi..IL BALLO, Balletti semplici, niente di particolare. E questo ha fatto calare il voto.
    Però le canzoni sono splendide, quell’angolo di Grecia è un pezzo di Paradiso, e gli attori sono stati bravi.
    Qualche coreografia più complessa non mi sarebbe di certo dispiaciuta ecco.

    Come Film- Musical è carino, ovvio che a mio parere Grease non lo batte nessuno!

  4. 16 ottobre 2008 8:36 am

    É il problema dei film moderni: strapagano gli attori, prendono una colonna sonora con cui è impossibile sbagliare e poi…

    Dialoghi banali, storiella da musicarello degli anni ’60 e quattro saltelli idioti fatti da gente pagata milioni di euro.

    Soffro parecchio nel dir questo nel senso che la colonna degli Abba pensavo fosse una garanzia più che sufficiente…

    Devo ancora una volta postare Lary: sì al film musicale (ad esempio Honey: la storia è assurda ma la musica è un piacevole intermezzo) no alle musichette ogni 5 secondi! ;-)

    Ho visto dal vivo il musical di Peter Pan a teatro (regia del guinness dei primati del trasformismo Arturo Brachetti): c’è stata una parte, verso la fine, dove Peter se la tirava e faceva fare delle boiate ai bimbi… è durata un secolo, pietà! ;-)

    Anche i migliori spettacoli, quando si dimentica il buonsenso, vanno incontro a ostacoli ;-)
    Marco

  5. 17 ottobre 2008 8:25 am

    Una modesta analisi del film, fresca e fragrante di pubblicazione: http://cobain86.wordpress.com/2008/10/17/test-del-dna-no/ .
    Buona lettura
    Marco

  6. 17 ottobre 2008 12:55 pm

    Visto, amato, adorato! Il musical è il mio genere preferito in assoluto, sono cresciuta con Grease, quindi non poteva non piacermi! Non è al pari del sopracitato, ovviamente, ma è un ottimo film!

    Meryl è assolutamente Streepitosa (XD), ha una presenza scenica invidiabile e un’energia che vorrei anche io a 60 anni! Ambientazione splendida, ottima fotografia, ottime luci e un buon cast, che mi ha stupito (soprattutto Firth).

    La trama è molto semplice, sì, ma si presta perfettamente al musical; una più complessa non si poteva realizzare con le canzoni. Mi è piaciuta la scelta di non svelare il padre, non avrebbe aggiunto nulla alla trama e avrebbe intristito il film.

    @cobain: informarsi sempre prima di criticare! Se la trama è banale non c’entrano gli attori o i soldi; il film è la trasposizione di un musical di Brodway datato 2003, dal titolo Mamma Mia!. La storia era così anche a teatro, l’hanno solo messa in film.
    PPS: Si dice “quotare”, non “postare”. XD

  7. 17 ottobre 2008 2:52 pm

    @ Valechaos: Vero Meyl è molto brava ed invidiabile per la sua energia.
    Concordo in molte cose che dici e pure io adoro i musical: ne ho visti diversi (a teatro o in tv) e ero fino a poco tempo fa in compagnie teatrali e questo genere era il + ambito da rappresentare se non il + bello da recitare:)

    Sulla storia, si è semplice e le canzoni ci stanno bene, ma sono i dialoghi che sono troppo “finti”. Il modo di parlare dei 2 ragazzi è un po’ assurdo, troppe parole da poeti. E alla fine, durante il matrimonio…i dialoghi davanti al prete e in chiesa…daiiii..ok,fa ridere pero’ anche un po’ troppo stupidino.No?

  8. 18 ottobre 2008 7:57 am

    @valechaos:
    Accettando la semplicità della trama rimangono i dialoghi imbecilli, già segnalati da Sel86.
    Se volevo vedere Dawson’s Creek mi bastava recuperare il mio archivio in divx no?
    ;-)
    Marco

  9. 27 ottobre 2008 11:22 am

    beh, sì la trama dei musical non è mai perfetta…ma la grandezza si vede dalla capacità di coinvolgimento delle canzoni e dei numeri musicali….

    e mamma mia! anche lì ha dei difetti, ma regge specie la seconda parte…l’inizio è un po’ zoppicante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: