Skip to content

Comunicazione interrotta: Vecchio Vs Nuovo

8 ottobre 2008

Si sa, la comunicazione mediata da computer è più veloce e immediata.
Voglio scrivere a qualcuno senza spendere un centesimo? zac, mail partita.
Voglio inviare un file, condividere della musica o delle foto? Mediante chat o altri programmi riesco a farlo in pochissimo tempo, nonostante vi sia della distanza.
Tutto bello? Si certo, quando non hai però programmi vecchi che i nuovi non leggono più.
Un esempio? I file creati con word 2007, se salvati normalmente, non possono essere letti da chi è munito di precedenti versioni. Grazie Microsoft, che genialata! C’è da dire però che vi è l’opzione che permette il salvataggio in versione word 2003 per riuscirli a leggerle (e poi e poi…).

Che io abbia scoperto l’acqua calda dicendo queste cose mi è noto, non vi preoccupate. Ma lo scrivo ora, perchè  lunedì, effettuando le ore di stage, ero in un ufficio con un programma un po’ vecchiotto, ho creato dei documenti abbastanza importanti e quando ho provato a mandarle alle mie responsabili, puff non riuscivano a leggerlo o lo vedevano con simboli strani! Che rabbia!
Ho pensato a convertirlo in pdf, ma non era installato acrobat. Sono andata su internet, nei siti che mi permettono di creare pdf online (Pdf995Pdf online ecc…) e quando pensavo di essere riuscita a risolvere tutto… scopro che il file non si apre, perchè quei computer sono predisposti a una protezione particolare che non ti fa aprire certe cose. Wow fantastico!

Sono sempre dell’idea che sia un bene aggiornarsi, ma non tutti possono permetterselo o vogliono spendere. Il guaio dei nuovi programmi sta nel faticare a riconoscere i loro “antenati” e questo è un bel problema, soprattutto quando si perdono diverse ore in un lavoro per scoprire che è tutto da rifare!

Annunci
9 commenti leave one →
  1. 9 ottobre 2008 7:36 am

    Il nuovo pacchetto Office salva aggiungendo una x all’estensione, in modo da ridurre sensibilmente le dimensioni del file.

    Il problema è che il ricevente deve avere una stessa versione aggiornata, altrimenti conta ben poco.

    Potresti salvare in RTF se si tratta di solo testo formattato: è un formato multipiattaforma (lo legge anche OpenOffice) e crea tanti meno problemi.

    Di saltellare con il pdf eviterei: cordef si eccita tanto con questo formato ma la realtà aziendale è diversa… Acrobat costa molto e difficilmente si trova installato nella vita reale.

    Buon lavoro e occhio ai formati
    Marco

  2. 9 ottobre 2008 9:00 am

    Ogni giorno in stage avevo questo tipo di problemi e il capo, che non ne sapeva una cippa di pc e web, mi chiedeva di fare cose assurde… lavorare di grafica (senza alcun programma installato), fare pdf (senza acrobat o cose simili) e altri lavori impossibili da fare con word… quello che fa incavolare è che poi magari ti dicono che non sei buona a fare ste cose quando è la tecnologia che non te lo permette… se poi il capo è un paleozoico come è capitato a me è tutto un dire anche parlargli di aggiornamento!!!

  3. 9 ottobre 2008 11:26 am

    @ Cobain: si bhe il formato rtf ci sta se si tratta di solo testo formattato. Peccato che la maggior parte dei casi non sia solo testo. Quindi non va bene.
    Per quanto riguarda i pdf, Adobe reader è gratuito quindi chi riceve un file lo riesce a leggere. Per creare pdf Acrobat adobe costa, ma come già detto nel post volendo ci sono siti che li creano gratuitamente. Oppure ci sono le versioni scaricabili di 30 giorni. Il punto è che poi nei computer c’è una strana protezione (senza senso), il pdf risulta illeggibile.

    @Lary: concordo perfettamente. I computer se sono lenti o creano problemi rallentano pure il tuo lavoro e magari i capi pensano che tu sia una persona incapace o che non sappia fare le cose alla svelta.
    Fortunamente questo non mi è successo al momento, dove sono ora hanno capito che era un problema di versioni e amen, l’ho rifatto e stop.
    Peccato però perchè a volte spendi molte ore a fare una cosa carina e poi ti ritocca rifarla alla veloce e con meno dettagli e accorgimenti.
    Dannate versioni!

  4. Ste permalink
    9 ottobre 2008 12:20 pm

    guardate che basta scaricare un plugin per office 2003 per visualizzare perfettamente i file di office 2007….
    è un download di una ventina di mega che risolve tutti i problemi di compatibilità

  5. 9 ottobre 2008 12:23 pm

    E quando la versione è del 97/98 e la devi visualizzare con word 2003 o 2007? Sballa completamente tutto.
    Per il plugin è vero, ma fidati che non sempre va tutto bene.

  6. Ste permalink
    9 ottobre 2008 9:00 pm

    beh, ci lavoro anche con dei file piuttosto complessi, non ho mai avuto nessun tipo di problema dal 2003 al 2007, roba piena di macro, grafici, e calcoli.
    se invece uno mi presenta un file di office 97/98 è come uno che si lamenta perchè acrobat reader 8 non funziona con windows 3.11, dai. un programma di dieci e passa anni fa….

  7. 10 ottobre 2008 8:26 am

    Io sono favorevole al progresso dei software. Di solito ogni volta che esce una versione aggiornata di un qualsiasi prodotto cerco sempre di aggiornarlo sul mio pc. L’unico freno a questo mio “stare con i tempI” è rappresentato dal fattore economico. Per esempio, difficilmente sarò stimolato nel dover sborsare 100€ per Windows Vista quando posso usare XP crakkato a costo 0. Sono forse un pirata? Sicuramente, ma se non avessi fatto così, e non lo avessero fatto altri milioni di persone, il web così com’è ora non esisterebbe. Il problema della compatibilità è solo ed unicamente un ostacolo imposto dalla volontà di chi vuol fare cassa, così come i mille problemi di compatibilità tra Mac e microsoft… che ogni giorno mi danno problemi con amici e amiche.

  8. 10 ottobre 2008 10:51 am

    @ Ste: a volte ti trovi a lavorare con programmi vecchi e tu non puoi farci niente. Costano e pochi sono disposti a spendere soldi per qualcosa che hanno già, seppur vecchio.

    Se tu non hai mai avuto problemi dal passaggio di documenti dal 2003 al 2007 o viceversa, beato te! Io ne ho avuti diversi:(
    Addirittura ad un esame mi ero trovata in difficoltà: avevo un file creto con word 2007, salvato in versione 2003 e quando il prof l’ha aperto non si vedevano altro che quadratini. Non sai che rabbia, 1 mesetto di lavoro “buttato” via (anche se mi è servito a imparare alcune cose).

    Sul fatto che tutti noi, essendo privati, riusciamo a procurarci versioni craccate e a tenerci in continuo aggiornamento è vero. Il problema si pone però nel contesto lavorativo, dove devi dimostrare, nel caso di un controllo della finanza, di possedere i cd di installazione originali. Se no sono guai!

    Tutti siamo disposti ad aggiornarci se a un minimo costo, o a costo 0, pochi a pagamento. Sarei restia pure io sinceramente!

  9. 11 ottobre 2008 12:11 pm

    A io parere, il vero problema è la mancata forma di standardizzazione delle strumentazioni telematiche.
    Ovvio che si riscontreranno problemi simili se, all’aggiornarsi di una licenza come Office o Creative Studio, è necessario RICOMPRARE la suddetta (80 – 100 € ), tralasciando il fatto che non offra migliori servizi se non il layout grafico più “moderno”

    Sarò un predicatore, ma continuo a dire che Mac a questi problemi ha posto una soluzione standardizzando i formati e l’interagibilità fra questi :)

    Gran bel blog, comunque!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: